Habemus macchina anche noi!

Per me lo scoop del momento non è la vittoria di Gabbani (con una canzone di merda) al Festival di Sanremo.

La super news di questo momento, che non riesco a togliermi dalla testa, è l’acquisto di una macchina tutta nostra!

Non ci credete? In realtà non ci credo neanche io. Finalmente però, posso dire di possedere una macchina (oltre alla patente presa sei mesi fa e mai utilizzata). Si, ho la patente dal 13 Agosto e da quel giorno io non ho mai più toccato volante, perciò sinceramente mi spaventa un po avere quella macchina nuova e strafiga sotto le mani. Dovrò ricominciare a fare scuola-guida da capo.

Tornando a noi, dopo due mesi di incertezze la nostra scelta è ricaduta su una mitica Ford Fiesta Plus. Dico “incertezze” perché io proponevo macchine del tipo Smart ForFour, Ford Ka+ e Fiat Punto e Alex invece La Giulietta, La Golf e La Mito. Insomma io proponevo auto che facevano cagare e non erano adatte ad una famiglia, lui invece proponeva macchine costose che di costoso avevano solo la marca, e basta.

Alla fine, dopo aver scartato macchine indecenti, auto troppo grandi, jeep stratosferici e macchinine senza portabagagli siamo arrivati alla conclusione che la nostra macchina sarebbe stata una tra: Ford Fiesta (da decidere se Plus o Titanium), Yaris nuova, Ford Ka+ o Fiat Punto nuova.

Dovevamo scegliere tra queste macchine, ma come facevamo a sapere quale era adatta a noi?

Consultandoci con amici e parenti, ci hanno sconsigliato la Fiat in generale, perché essendo marchio italiano non vale quanto altri. Questa cosa devo ancora capirla, anche se in realtà mi rendo conto che se le macchine italiane funzionano come la politica italiana, allora abbiamo fatto bene a scartarla subito.

Conseguentemente ci hanno scartato anche la Yaris, ma non perché faceva schifo come macchina, bensì perché a confronto con le Ford che avevo in mente, era una cagata. Insomma, alla fine dovevamo scegliere tra tre Ford. Marchio che ci hanno consigliato tutti fin dall’inizio come qualità-prezzo.

Ovviamente sia io che Alex avevamo una preferenza sulla macchina che desideravamo. In concessionaria, hanno persino indovinato chi preferiva la Ford Fiesta e chi la Ford Ka+. Una era completamente una macchina maschile, fabbricata con i minimi particolari che rendevano l’auto più innovativa e più cazzuta. L’altra era una macchina femminile, e chi l’ha fabbricata si è soffermato sui dettagli estetici dell’auto.

Mettendole a confronto aveva più qualità La Ford Fiesta, ovvero quella di Alex. La macchina era più lunga, più larga e aveva un cofano più spazioso. Il cruscotto era pieno di aggeggi e pulsanti suonanti che la Ka+ non aveva. Quest’ultima era solo leggermente più alta.. ma era niente a paragone di una Ford Fiesta.

Fiesta Plus o Titanium?

Alla fine per una questione di quasi cinquemila euro di differenza, abbiamo dovuto cedere alla Ford Fiesta Plus, ovvero la versione prima della Titanium. Quest’ultima era una figata: credevo di avere una navicella spaziale tra le mani quando Alex la guidava. Si, ad Alex gli hanno fatto provare anche la Titanium per cercare di convincerci. Quello della concessionaria ci ha letteralmente convinti a noi, è al nostro portafoglio che non ha acchiappato!! Cinque mila euro per la versione dopo di un modello era una cifra troppo alta. Ci siamo dovuto accontentare della Plus.. che in fin dei conti male non è!

Gli optional?

Quando abbiamo scelto la macchina abbiamo voluto aggiungere qualche optional per rendere la macchina ancora più cazzuta di quanto già lo sia. Abbiamo preferito lasciare il colore rosso accesso che ci offriva la casa (anche perché cambiare colore significava spendere 900 euro in più) per far spazio ad alcune cosine più utili. Abbiamo scelto: i finestrini elettrici posteriormente, il navigatore già installato con bluetooth e i sensori di parcheggio posteriori (non si sa mai che un giorno dovessi guidarla io questa macchina e mi tocca fare un parcheggio azzardato!) Ah, stavo per dimenticare: l’abbiamo scelta a benzina-gpl perché Alex è costretto a fare quasi ogni fine settimana 300km (andata e ritorno) dalla caserma fino a casa. In qualche modo dovevamo pur fare per risparmiare!


E così noi abbiamo finalmente scelto la nostra macchina. Si, ci son voluti più di due mesi tra il finanziamento, l’ordinazione e all’arrivo in concessionaria.. ma n’è valsa la pena. Ora siamo liberi anche noi senza dar conto a nessuno. Usciremo e torneremo quando vogliamo. Non dobbiamo più far star svegli i nostri per venirci a prendere a destra e manca.

Ogni macchina ha il suo nome e noi per la nostra abbiamo scelto: Rocket !

E’ una soddisfazione averla comprata tutta da sola. Ovviamente sarò ancora più felice e soddisfatta quando la macchina sarò proprio io a scegliermela e a comprarmela con i miei soldi dopo duri periodi di lavoro.

E voi che macchina avete? Come vi trovate? Quanti anni avete già trascorso assieme al vostro bolide? E quanti ancora ne vorreste passare assieme?